Siciliani creativi in cucina ha creato questo piatto abbinando la nostra birra artigianale chiara Fedora.


Tagliatelle di farina di riso, ma fatte in casa. In realtà, non avendo la minima idea di come potesse risultare un impasto esclusivamente a base di farina di riso, ho usato metà farina di riso e metà farina oo, ma presto proverò a usare solo quella di riso. L’impasto è risultato bianchissimo, liscio e lievemente profumato. E, per una cenetta in stile orientale, ho deciso di condire queste tagliatelle con verdure croccanti, saltate nel wok con peperoncino e salsa di soia, ma rigorosamente in olio extravergine.

 

 

Ingredienti per 4 persone:

per la pasta

  • 100 grammi di farina di riso
  • 100 grammi di farina 00
  • una presa di sale
  • acqua calda quanto basta

per il condimento

  • una manciata di spinaci freschi
  • una carota
  • una manciata di fagiolini
  • un peperone
  • un porro
  • mezza cipolla
  • scorza di limone grattugiata quanto basta
  • olio extravergine di oliva quanto basta
  • 6 cucchiai di salsa di soia (io uso quella a basso contenuto di sale)
  • sale quanto basta
  • un peperoncino

Innanzitutto preparare la pasta: mettere su una spianatoia le due farine e una presa di sale e aggiungere alle farine acqua calda a filo, lavorando a mano, fino a ottenere un panetto elastico, morbido e liscio (io ho usato circa 150 milllilitri di acqua). Avvolgere il panetto nella pellicola per alimenti e lasciare riposare per almeno mezzora. Poi stendere la sfoglia con il mattarello su un piano infarinato,  sottile ma non troppo e usando cautela, perché è abbastanza fragile e potrebbe strapparsi. Quindi, arrotolare la sfoglia su se stessa e tagliare al coltello delle tagliatelle spesse circa mezzo centimetro. Metterle da parte su un piano leggermente infarinato.

Lavare gli spinaci, pulire la carota, i fagiolini, il porro e il peperone. Tagliare finemente, a julienne, la carota e il peperone e a pezzi piccoli il porro (meglio se con un taglio obliquo, più ‘orientale’) e i fagiolini. Affettare sottilmente la cipolla e il peperoncino (scegliete voi se togliere o meno i semi in base a quanto vi piace piccante). Scaldare il wok sul fuoco e, solo a wok caldo, unire l’olio che così permeerà meglio le pareti della padella. Aggiungere la salsa di soia, la cipolla, il peperoncino, il porro, la carota e i fagiolini e farli saltare per qualche minuto, sempre mescolando finché non saranno ben rosolati. Unire il peperone e rosolare anch’esso per due minuti e, a fuoco spento, gli spinaci: basterà il calore per scottarli. Salare le verdure, che devo restare croccanti e brillanti di colore.

Lessare la pasta in abbondante acqua salata: 2 minuti sono sufficienti, ma ricordatevi di assaggiare sempre. Mentre la pasta cuoce, riscaldare nuovamente il wok con le verdure e, quando sarà sfrigolante, unire la pasta ben scolata e farla saltare aggiungendo, se serve, un altro po’ di salsa di soia. Servire immediatamente.

L’ABBINAMENTO: Con questo piatto ricco di verdure e dai sapori delicati suggeriamo una birra dai profumi altrettanto delicati. Abbiamo scelto “Fedora“, la birra chiara speciale del Birrificio 26 Nero, in Toscana, che si caratterizza per sentori di malto, aromi di albicocca matura e per un retrogusto lievemente amaro.

 

…e ora non ci resta che provare!!!!

 

 

Pin It on Pinterest

Share This